Carissimo Steve,

09.10.11, 20:31:01 by qualcuno
mi mancherai. Hai accompagnato e segnato tutta la mia vita da adulto come nessun altro.
Sul tuo primo aggeggio imparai il Pascal UCSD e l'assembler 6802
Sul secondo scrissi la mia tesi. Sul terzo vinsi contro il boia di Einstein in Crystal Quest girando nel fondo in una finestra piccola piccola un sistema d'acquisizione dati per particelle co(s)miche.. Fu su una stazione di lavoro della NeXt che nell'ufficio accanto il Tim Berners Lee sviluppò, Mosaic, il primo navigatore in rete. Mentre lui era andato a pisciare, io li ci guardavo donnine nude trasferite dai server dalla lontanissima Australia. Te e lui vi sarete vergognati di me.Il tuo era il mio primo portatile.
Sei tu l'ideatore dei giocatoli preferiti da mi figlio a mi padre. È di te sarà il prossimo telefonino di mi moglie.
Addirittura il nostro primo aspirapolvere l'hai disegnato te. Sei un genio più grande di iSuck Newton.
A parte la Phillip Morris e la birreria viennese Ottakringer, per i prodotti di nessun altro ho speso altrettanto. Ma mai mi sono pentito. Anche le custodie varie avevano sempre usi quanto pratici quanto sorprendenti. Non hai soltanto cambiato il mondo, ma più importante - almeno per me - la mia vita.
Sei stato un grande, un nerd, un esteta, un capitalista, fondamentalista elitario e egualitario, quasi talebano, moraleggiante, una testa testarda e un genio. Ti amiamo per tutto questo.
Dopo di te il mondo non sarà più eguale. Chi sa, se domani il sole sorgerà?
Spero che t'hanno messo un iPad nella tua barra, che non ti annoii, li su, sia nel cielo sia nel tuo nirvana buddista.

Dein Kommentar

Du bist nicht eingeloggt. Wenn du dich anmeldest, musst du in Zukunft Name und E-Mail Adresse nicht mehr eingeben.